Riduzione Spese Condominiali

PEC condominio: riduzione spese condominio,
informazioni rapide e sicure, sostituzione della raccomandata postale

 

Utilizzare la PEC per: convocazione assemblea condominio, invio preventivi e rendiconti in allegato, solleciti pagamento. Tutto con lo stesso valore legale della raccomandata a.r.
Risultato: eliminazione delle spese postali, riduzione drastica della carta e della cancelleria addebitata dall’Amministratore di condominio, eliminazione di ritiro delle raccomandate presso l’ufficio postale nel caso di assenza alla consegna.
In più la PEC può essere utilizzata per i rapporti con assicurazioni, banche, fornitori di telecomunicazioni ed energia, professionisti, Pubblica Amministrazione, Agenzia delle Entrate (domicilio digitale).
Il costo della PEC è rappresentato dal canone annuale; zero costi e nessun limite per il numero di messaggi in arrivo e in partenza.

Molto dipenderà dalla cultura digitale dell’Amministratore di condominio, ma i tempi sono ormai maturi per l’utilizzo diffuso della PEC – posta elettronica certificata – nella gestione condominiale.
I vantaggi sono rilevati: riduzione delle spese condominiali (spese postali per raccomandate, carta, cancelleria), eliminazione di perdite di tempo per recuperare le raccomandate non consegnate, praticità nell’archiviazione delle pratiche, rapidità nell’invio delle convocazioni di assemblee e dei solleciti di pagamento. Tutto con lo stesso valore legale della tradizionale raccomandata a.r.
Ulteriore vantaggio è rappresentato dal fatto che ogni Condomino potrà utilizzare la PEC per le proprie necessità private, sostituendo le raccomandate da inviare ad assicurazioni, banche, fornitori di energia e telecomunicazioni, professionisti, Pubblica Amministrazione e Agenzia delle Entrate. Naturalmente senza costi aggiuntivi, si paga sempre e soltanto il canone annuale addebitato dall’Amministratore indipendentemente dal numero di messaggi inviati e ricevuti.